Reggio Calabria Wireless
Siti archeologici
LUN 24
N.d.
DOM 23
N.d.
SAB 22
N.d.
Arte e cultura
Settore di Abitato Greco-Romano in via Cimino

Un settore di abitato greco-romano fu scoperto, ed è oggi visibile, in via Cimino.
Nel 1992,
in occasione della costruzione di una palazzina al numero civico 20 di questa via, fu effettuata un'indagine di scavo stratigrafico che ha riportato alla luce contesti insediativi urbani databili tra la seconda metà del VI sec.a.C. ed età tardoantica.

La sovrapposizione di edifici di varie epoche ha comportato la conservazione solo parziale delle strutture più antiche. Di particolare interesse è stata la scoperta di un pozzo rivestito in ciottoli a secco (seconda metà VI a.C.), che è stato scavato fino ad una profondità di m 3,80 dal piano di calpestio, e la presenza di strutture murarie di VI sec. a.C. che presentano un riutilizzo nel IV sec. a.C. L'ultima presenza antica in ordine cronologico è costituita da un ambiente di età tardoantica (IV sec. d.C.), pavimentato in cocciopesto, di cui resta la soglia di accesso in pietra e resti delle pareti intonacate.

La presenza, in questo sito, di una notevole quantità di frammenti ceramici cronologicamente riferibili alla prima fase di vita della colonia di Rhegion (fine VIII-VII sec. a.C.) ha permesso di rideterminare l'estensione dell'abitato urbano in età arcaica. E' verosimile perciò che l'area del Duomo, Piazza Carmine, Piazza Mezzacapo e l'area della Villa Comunale facessero parte dell'abitato più antico, essendo aree peraltro prossime a Punta Calamizzi, dove si ritiene che potesse essere situato anche l'antico porto della città.

ACCESSO RAPIDO
Sondaggio
Quando pensi di visitare questa città?
Iscriviti alla newsletter Nome:    Email:    Newsletter per:    Iscriviti