Reggio Calabria Wireless
Le coste
VEN 17
N.d.
GIO 16
N.d.
MER 15
N.d.
Ambiente e natura
Le coste

Le costeL’area  costiera rientrante nel territorio del Comune di Reggio Calabria ha una notevole estensione, che può riassumersi in 44.008 metri lineari, per un totale di mq. 1.262.579 (esclusa l’area portuale di competenza della Capitaneria di Porto di Reggio Calabria).
Le spiagge sono collocate “dentro la struttura urbana”, come un prolungamento delle strade e delle piazze sino al mare, che consente al cittadino così come al turista di vivere in un unico contesto caratterizzato da due realtà morfologiche e di utilizzo profondamente diverse tra loro.
Il litorale del Comune di Reggio Calabria è ricompreso tra il Comune di Villa San Giovanni a Nord ed il Comune di Motta San Giovanni a Sud.
La costa presenta sia spiagge molto grandi con sabbia fine, localizzate alle estremità del territorio comunale, (Catona e Gallico a nord, Bocale e Pellaro a sud), sia zone caratterizzate da spiagge ghiaiose e strette.

Il P.U.A. (Piano Utilizzo Arenili) del Comune di Reggio Calabria ha tracciato dal 2003 le linee programmatiche e dettato le prescrizioni per la disciplina delle iniziative pubbliche e private sulla costa comunale, tendenti a razionalizzare le gestione e la fruizione di tale zona.

Il Piano, ha diviso il territorio costiero comunale in 14 diversi compartimenti limitati dalle principali fiumare cittadine e, a sua volta, ciascun compartimento è stato diviso in aree con diverse finalità di utilizzo:

1. aree per attività turistico ricreative pluriennali e stagionali;
2. aree per la sosta e lo stazionamento libero di piccole imbarcazioni da pesca e da diporto;
3. aree per punti di ormeggio attrezzati per la nautica da diporto;
4. aree per circoli sportivi ed associazioni;
5. aree per attività produttive, artigianali e commerciali;
6. aree destinate alla libera balneazione;
7. aree di interesse naturalistico e paesaggistico;
8. aree pubbliche attrezzate per attività socio-culturali e ludiche;
9. aree per attrezzature e servizi a carattere stagionale;
10. aree da sottoporre ad interventi di bonifica e rinaturalizzazione, comprendenti le parti del territorio costiero in cui devono essere attuati interventi di riqualificazione ambientale.

Tali diverse finalità di utilizzo possono essere raggruppate in due grandi macroaree come di seguito indicate:

Aree balneabili
- Aree per la libera balneazione, con lunghezza complessiva pari a 11.624 metri lineari e superficie di 335.427 mq;
- Aree destinate alla concessione a privati per attività turistico ricreative sia pluriennali che stagionali, con lunghezza complessiva pari a 3.745 metri lineari e superficie di 171.037 mq.

Aree non balneabili
- Aree occupate da opere marittime di vario tipo (porti, banchine, opere di difesa, scogliere), con lunghezza complessiva di 2.800 ml,
- Aree occupate dalle foci dei fiumi e dei torrenti, con lunghezza complessiva pari a 1.640 ml e superficie di 45.800 mq,
- Aree da bonificare, aree per il libero stazionamento di imbarcazioni da diporto e da pesca, aree di interesse naturalistico e paesaggistico,con lunghezza complessiva di 24.190 ml e superficie di 710.315 mq.

ACCESSO RAPIDO
Sondaggio
Quando pensi di visitare questa città?
Iscriviti alla newsletter Nome:    Email:    Newsletter per:    Iscriviti