Il Museo Archeologico di Reggio Calabria

La Magna Grecia è qui

La storia del Museo di Reggio Calabria nasce dal disastroso terremoto del 1908 che colpì le città di Reggio e Messina. Dalle macerie di una città ancora sconvolta vennero fuori importanti reperti della sua storia greco-romana. Gli ingenti danni causati dal sisma al Museo Civico, inaugurato nel 1882, e la volontà dell’allora soprintendente ai beni archeologici della Calabria, Paolo Orsi, accelerarono l’istituzione di un Museo Archeologico della Magna Grecia che accogliesse i reperti provenienti da tutto il territorio calabrese.

Ultimo aggiornamento
Tempo di lettura
5 min.
Museo Archeologico Reggio Calabria

Il Primo Palazzo-Museo italiano

Palazzo Piacentini, che ospita il MArRC, è stato il primo palazzo costruito esclusivamente per una esposizione museale. Fu il noto architetto italiano Marcello Piacentini (1881, Roma - 1960, Roma) a progettare il Palazzo che poi gli fu intitolato. Inaugurato nel 1959 ha subito nel tempo diverse trasformazioni fino all’attuale riorganizzazione iniziata nel 2009 e ultimata nel 2016. L’elemento principale è il cortile interno (oggi Piazza Paolo Orsi), coperto da un soffitto in vetro trasparente. Il Terrazzo, destinato agli ambienti di ristorazione, ospita gli eventi culturali del periodo estivo. Oggi il MArRC è uno dei Musei più all’avanguardia d’Italia.

LO SAPEVI CHE?

Tutto il sottosuolo del MArRC ospita la necropoli dell’antica Rhegion. Durante i lavori di scavo vennero alla luce numerose tombe del periodo ellenistico. Si tratta di circa 100 tombe di diverse tipologie e l’area della necropoli si estendeva anche sotto la vicina Piazza De Nava. Una parte di queste è oggi visitabile nei sotterranei del Museo.

La nuova organizzazione del Museo

Un allestimento all’avanguardia che accompagna il visitatore in un viaggio attraverso i secoli.
Il nuovo allestimento permanente conta ben 220 vetrine e si sviluppa su quattro piani espositivi che raccontano la storia della Calabria dalla preistoria all’età romana. La visita inizia dal secondo piano (Livello A - Preistoria e Protostoria - età dei metalli). Continua al primo piano (Livello B - Città e Santuari della Magna Grecia). Prosegue al mezzanino (Livello C - Necropoli e vita quotidiana della Magna Grecia: Sibari, Crotone, Hipponion, Kaulonia, Cirò e Laos; lucani e brettii) e si conclude al piano terra (Livello D - Reggio) con la storia di Reggio. Qui si trova la sala dei Bronzi di Riace. A livello -1 hanno sede le mostre temporanee del MArRC e l’accesso alla Necropoli Ellenistica.

Non solo Bronzi

Non tutti sanno che il MArRC ospita la più importante collezione di bronzi greci del periodo classico (V secolo a.C). Oltre ai Bronzi di Riace, a livello espositivo D-Reggio, sono conservati La testa di Basilea e La testa del Filosofo, rinvenuti nelle acque di Porticello (Località presso Villa San Giovanni).

 

 

 

Giorni e orari di apertura

Da martedì a domenica

9.00 - 20.00

 

Biglietti

Intero: € 8,00; mercoledì € 6,00

Ridotto: € 5,00; mercoledì € 4,00

Ingresso gratuito la prima domenica del mese

 

Contatti

Tel.(+39) 320 7176148 (Biglietteria)

e-mail: man-rc@beniculturali.it

http://www.museoarcheologicoreggiocalabria.it

FB: @MuseoArcheologicoRC

Dove
Museo Archeologico Reggio Calabria

Piazza Giuseppe De Nava, 26, 89123
Reggio Calabria

Mappa