Trekking montano e metropolitano

Immergersi nella natura

Una vacanza a Reggio Calabria non è sinonimo solo di mare, ma anche di meravigliose passeggiate in mezzo alla natura. Numerose sono infatti le associazioni no-profit e gli enti nazionali, come il CAI, che organizzano attività escursionistiche in tutto il territorio reggino.

Ultimo aggiornamento
Tempo di lettura
4 min.
Condividi

Alla scoperta di luoghi antichissimi

Gli appassionati di trekking avranno l’imbarazzo della scelta: gli itinerari escursionistici da esplorare sono tantissimi. Si può iniziare, per esempio, visitando la valle dell’Amendolea, un’area dalla natura selvaggia, ricca di fortezze arroccate e suggestive rovine di chiese bizantine: ciò che ci resta dell’antico culto ortodosso in Calabria dopo la caduta di Costantinopoli.

Sulla splendida Costa Viola si snoda invece un itinerario di 7 km da percorrere a strapiombo sul mare, da Palmi al belvedere di Sant’Elia, o da Palmi a Bagnara.

Parlando di escursionismo non si può ovviamente tralasciare l’Aspromonte: una passeggiata sull’altopiano dello Zomaro può essere un piacevole modo per conoscere la flora e la fauna della zona, con piante come faggi, lecci, abeti e ginestre e animali come scoiattoli, tassi, volpi e gatti selvatici.

LO SAPEVI CHE?

È appena nato il Trekking della Biodiversità, che darà vita a visite didattiche, esperienze in natura e momenti di educazione ambientale nella Communitas della Biodiversità, un progetto che associa alle attività agricole anche interventi di carattere educativo e ambientale.

Tra magia e monoliti

La valle degli Armeni è un territorio ricco di storia e fascino: la Pro Loco di Brancaleone organizza dei trekking alla scoperta delle bellezze di questa zona, come la Grotta dell’Albero della Vita di Brancaleone, l’Abbazia di Santa Maria di Tridetti a Staiti, i Palmenti e le grotte di Ferruzzano, e Rocca Armenia (l’antica Bruzzano), ricca di testimonianze di un antico passato.
Un’altra interessante escursione è quella alla scoperta della Valle delle Grandi Pietre, una delle zone più affascinanti di tutto l’Aspromonte, chiamata così per la presenza di imponenti monoliti: Pietra Cappa (il monolite più grande d’Europa), Pietra Lunga, Pietra Castello e le Pietre di Febo. Questa zona è una delle aree più suggestive del territorio reggino, rimasta quasi incontaminata: riporta i resti di un antico insediamento bizantino e tracce di reperti magno greci.

 

Partecipare a un’escursione

Alcune associazioni no-profit effettuano escursioni sul territorio, dando la possibilità di scoprire questa splendida zona:

- Cai Reggio Calabria
- Aspromonte Wild
- Cooperativa Naturaliter
- Misafumera Trekking
- Boschetto Fiorito
- Pro Loco di Careri