Il Castello Aragonese

La fortezza simbolo della città

Insieme ai Bronzi di Riace e al Museo Archeologico Nazionale, il Castello Aragonese è considerato uno degli emblemi della città. Nonostante venga definito “aragonese”, la sua fondazione risale in realtà all’epoca bizantina, tra il IX e l’XI secolo, quando Reggio divenne capitale del Thema di Calabria.

Ultimo aggiornamento
Tempo di lettura
4 min.
Condividi
Castello Aragonese

Una storia millenaria

Punto strategico di difesa della città, la fortezza fu nel corso dei secoli dominio di Bizantini, Normanni, Svevi e Angioini, che di volta in volta apportarono alcune modifiche. Fu però in epoca spagnola, per volere di Re Ferdinando I d’Aragona, che la struttura subì un radicale cambiamento con l’aggiunta delle due imponenti torri circolari merlate che le conferirono l’aspetto attuale e la denominazione “aragonese”. La parte più antica della costruzione fu demolita dopo il terremoto del 1908 per consentire l’apertura di alcune strade cittadine. Testimone delle vicende storiche della città dal medioevo ad oggi, il Castello Aragonese fu conquistato da Garibaldi il 21 agosto del 1860.

LO SAPEVI CHE?

Le Torri merlate del Castello Aragonese, dato il loro valore storico-artistico, furono insignite nel 1897 del titolo “Monumento Nazionale”.

Una location suggestiva

Dopo una serie di lavori di ristrutturazione e con la riqualificazione degli spazi circostanti (Piazza Castello e via Aschenez), il castello Aragonese è oggi sede di mostre temporanee ed eventi di carattere culturale.

 

 

 

Giorni e orari di apertura

Da martedì a domenica

8.30-13.00 / 14:30-18:00

Dal 15 giugno al 15 settembre

Da martedì a sabato

9:00-13:00 / 14:00-19:00

 

Biglietti

Intero: € 2,00

Ridotto (residenti): € 1,00

 

Contatti

Tel.(+39) 0965 362 2183

e-mail: castelloaragonese@reggiocal.it

Dove
Castello Aragonese

Piazza Castello, 89100
Reggio Calabria

Mappa