Homeculturaarcheologia e storia

Archeologia e Storia

Un racconto lungo tremila anni

Reggio fu fondata dai greci provenienti dall'Eubea, dalla città di Calcide, nel 734 a.C.
Durante il periodo magno greco attraversò un periodo di assoluto splendore sotto il tiranno Anassilao che unificò le due città dello Stretto (Rhegion e Zancle, oggi Messina). Nel corso della battaglia tra greci del Sud Italia e Cartaginesi, Reggio appoggiò questi ultimi a causa della forte rivalità con Siracusa e, di lì a poco, venne quasi completamente distrutta per volere del tiranno siracusano Dionisio il Vecchio, che non perdonò mai questo tradimento.

Ricostruita dal figlio Dioniso II con il nome di Febea (la città del Sole), Reggio fu città importante anche durante il periodo romano al quale risalgono importanti testimonianze di epigrafi in doppia lingua, greco e latino.
Nel periodo bizantino Reggio divenne la città più importante dopo la caduta della Sicilia nelle mani degli arabi (fine X secolo). I Normanni, inviati dalla Chiesa di Roma a latinizzare il Sud Italia greco, tuttavia lasciarono libertà al popolo reggino che rimase di lingua greca e religione ortodossa almeno fino al XII secolo.

Nel XIII secolo, durante i Vespri Siciliani, Reggio appoggiò gli Aragonesi contro gli Angioini e da qui iniziò la dominazione aragonese di cui restano a testimonianza le tue torri dell’omonimo castello.

Dal XV secolo passò sotto i Borboni, che tuttavia non hanno lasciato segni evidenti nella città, contrariamente a quelli causati dai terremoti del 1873 e del 1908 che la distrussero totalmente. I reggini, però, non abbandonarono mai il sito di fondazione greca e, con molta pazienza e dedizione, avviarono per l’ennesima volta la ricostruzione. È in questo periodo che vengono fuori i maggiori ritrovamenti archeologici di epoca romana e greca.
Negli anni '70 Reggio si rese nota per i moti scoppiati contro l'assegnazione del Capoluogo a Catanzaro. Ancora oggi è forte la “rivalità” tra le due città.

 

Filtra
Bronzi di Riace
Archeologia e Storia

Eroi di bellezza eterna


La storia moderna dei due Bronzi inizia il 16 Agosto del 1972, quando, in seguito a una vicenda dai risvolti ancora non completamente chiariti, presso la località Porto Forticchio di Riace Marina, furono ritrovate due statue in bronzo, apparentemente senza nessun reperto coevo nei dintorni.
[...]

Leggi di più
Parco Archeologico Archeoderi
Archeologia e Storia

Il Parco Archeologico Archeoderi


Il Parco Archeologico di Archeoderi a Bova Marina, a 40 km da Reggio Calabria, è uno dei siti di maggior interesse storico del territorio reggino. Il suo ritrovamento, avvenuto negli anno ‘80, ha aperto nuovi scenari storici sulla presenza ebraica in Calabria nel corso dei secoli.
[...]

Leggi di più
Parco Taureani Palmi
Archeologia e Storia

Il Parco Archeologico dei Taureani


Il Parco dei Taureani occupa la zona in cui anticamente sorgeva la città brettia di Taurania, nel territorio di Palmi. Si tratta di una vasta area verde di straordinaria bellezza, che presenta resti di antichi insediamenti che si sono succeduti a partire dal secondo millennio a.C. e che costituiscon [...]

Leggi di più
Parco Archeologico di Locri Epizefiri
Archeologia e Storia

Il Parco Archeologico di Locri Epizefiri


Lungo la costa Jonica - a pochi chilometri a sud dell’attuale Locri - sorge il Parco Archeologico di Locri Epizefiri che, con i suoi reperti ascrivibili all’età del bronzo e del ferro, i resti della città greca con le sue mura, i santuari, il teatro, i suoi edifici privati e le numerose testimonianz [...]

Leggi di più
Parco Archeologico di Motta Sant’Agata
Archeologia e Storia

Il Parco Archeologico di Motta S.Agata


L'area archeologica di Motta Sant’Agata si trova sulle colline di Reggio Calabria, precisamente tra i borghi di Cataforio e San Salvatore, a 400 m. s.l.m. Fu il complesso di difesa più importante dei dintorni di Reggio, secondo alcuni storici esistente già in epoca protostorica, ma fiorente a partir [...]

Leggi di più
Villa romana di Casignana
Archeologia e Storia

I mosaici di Casignana


Scoperta nel 1963, la villa di Casignana rappresenta un'importante testimonianza della ricchezza stilistica, architettonica e della raffinatezza artistica degli edifici nobiliari di epoca ellenistica. I piani pavimentali mosaicati, che rimandano stilisticamente a collegamenti con aree dell’Africa or [...]

Leggi di più