imagealt
Home Area Metropolitana

Area Metropolitana

Un luogo tutto da scoprire

L’Area Metropolitana di Reggio Calabria, incastonata tra i due fronti costieri del basso Ionio da un lato e del Tirreno dall’altro, conta 97 comuni: borghi di grande interesse sia per le loro peculiarità storiche e architettoniche, sia per i meravigliosi paesaggi che li caratterizzano. Un’area posta al centro del Mediterraneo la cui storia, non a caso, risente fortemente delle diverse influenze culturali dei popoli che da qui sono passati. Nel cuore dell’area metropolitana di Reggio Calabria, tra i circa 220 chilometri di litorale che da Rosarno si estende fino a Punta Stilo (Monasterace), risiede l’imponente massiccio dell'Aspromonte che sembra quasi trattenere a sé i tre versanti principali: quello sud orientale ionico, caratterizzato da coste basse e quelli sud occidentale e nord occidentale tirrenico, contraddistinti da alti fronti costieri. Il territorio, che ospita circa il 30% della popolazione regionale, poco meno di 600mila abitanti, presenta profondi contrasti sul piano paesaggistico: mare e montagna insieme, fattori chiave del territorio intorno a cui si intrecciano storia, cultura e tradizioni. Particolarmente ricco è il contesto naturalistico che vanta una grande varietà di ecosistemi e tipici paesaggi mediterranei. Un patrimonio di cui sono esempi la Costa Viola, la Riviera dei gelsomini, la Vallata del Torbido e la Vallata dello Stilaro. Sul versante tirrenico si trova la Piana di Gioia Tauro, nota per il porto che si colloca tra i primi posti nel Mediterraneo e in Italia per intensità di traffici. Risponde il versante ionico con la Locride, zona tipicamente rurale in cui sono fiorenti le colture tradizionali e l’area grecanica (o Bovesia), collocata nel cuore della vallata dell’Amendolea. Luogo dalle radici antichissime in cui alcuni paesi (in particolare Bova, Gallicianò, Roghudi e Roccaforte del Greco) tramandano e tutelano ancora oggi l’utilizzo e la conoscenza della lingua greca.

Filtra
Seminara

Seminara: tra folklore ed echi di antiche battaglie


Immersa nel verde della Piana di Gioia Tauro, la cittadina di Seminara, come una fanciulla distesa su uno splendido paesaggio, sfiora con le sue dita pietrose di scogliera il Mar Tirreno e Cala Janculla, una delle più belle spiagge d’Italia, e poggia il suo morbido capo cinto di verde sulle pendici [...]

Leggi di più
Villa San Giovanni

Villa San Giovanni: la porta della Calabria


Villa San Giovanni, la mitica porta della Calabria, da sempre al centro dei traffici del Mediterraneo per la sua posizione in prima linea sullo stretto di Messina, sorge in un punto della costa calabrese talmente vicino a quella siciliana da essere teatro di continue traversate sportive, che vedono [...]

Leggi di più
Ardore
Locride

Ardore: armonia tra nuovo e antico


A meno di cento chilometri da Reggio Calabria e a tre chilometri dal parco archeologico di Locri Epizefiri, si trova la cittadina di Ardore. Tra le due fiumare Condojanni e Pintammati e le prime alture dell’Aspromonte, affacciata sul Mar Ionio in un panorama mozzafiato tra Punta Stilo e Capo Bruzzan [...]

Leggi di più
Bivongi
Locride

Bivongi: di rosso e antiche pietre


Abbracciato al verde intenso del Monte Consolino e dominato da un suggestivo costone di roccia su cui è possibile scorgere le affascinanti rovine del vecchio Convento degli Apostoli, l’antico paese di Bivongi è stato fondato nel X secolo d.C. da un gruppo di monaci basiliani in fuga dalle incursioni [...]

Leggi di più
Brancaleone
Locride

Brancaleone: una città a salvaguardia delle Caretta Caretta


Brancaleone è un paese di incantevole bellezza naturalistica, patria calabrese dei gelsomini – che qui furono portati dai liguri nel 1928 – e luogo delle più importanti nidificazioni delle tartarughe Caretta Caretta. Un borgo marino da conoscere e gustare.
[...]

Leggi di più
Bagaladi
Area Grecanica

Bagaladi: ai piedi dell’Aspromonte


Bagaladi non è solo una delle due porte di accesso al Parco Nazionale dell’Aspromonte, ma anche un piccolo comune dal passato straordinario. A partire dal suo nome, che pare essere di origini arabo-greche, questo borgo è lo splendido frutto della commistione di numerose culture.
[...]

Leggi di più