Piazza Garibaldi, tra nord e sud della città

Da snodo di traffico cittadino a sito archeologico

Condividi

La piazza, importante punto nevralgico tra la parte nord e quella sud della città, ha una struttura rettangolare ed è una delle più grandi di Reggio. In parte è occupata da un parcheggio pubblico, un lato è occupato dalla Stazione Centrale e rappresenta anche un focale snodo per i mezzi pubblici dell'ATAM e degli autobus di cui vi è il capolinea; è sede del servizio dei taxi cittadini e, negli ultimi mesi, durante gli scavi per la creazione del parcheggio è stata ritrovata una tomba romana risalente al I secolo d.C.

Piazza Garibaldi

Una piazza dedicata all’Eroe dei due Mondi

Al centro della piazza è posizionata la statua marmorea dedicata a Garibaldi. La collocazione del monumento, creato dall’artista Alessandro Monteleone, è avvenuta nel 1956 per sostituire una vecchia opera distrutta nel corso della seconda guerra mondiale e ha ridefinito la planimetria della piazza oggi, ospitando due grandi aiuole ricche di magnolie. È inoltre attraversata da una via centrale transitabile in auto. Quando l’amministrazione comunale del tempo decise di sostituire la statua di Garibaldi con quella preesistente si scatenarono numerose polemiche con forti prese di posizione politiche e manifestazioni di piazza. La vecchia statua, danneggiata dai bombardamenti alleati del maggio 1943, era opera dello scultore Rocco La Russa, artista e protagonista dei moti risorgimentali in riva allo Stretto.

Reperti archeologici e resti romani

Dal 2016, nel corso dei lavori per la creazione di un parcheggio sotterraneo, sono stati trovati numerosi reperti archeologici tra i quali una tomba romana databile al I sec. a.C, il basamento di un tempio romano che, addirittura, si suppone possa essere parte di un mausoleo all’interno di un’area sacra, tuttora in fase di scavo. In prossimità della stazione sono state portate alla luce ulteriori scoperte, come un sistema di canalizzazione delle acque e i resti di un edificio il cui uso è ancora in fase di studio, mostrandoci l’antica città sotterranea e la sua evoluzione urbana.

LO SAPEVI CHE?

Il professor Daniele Castrizio, esperto di archeologia, è convinto che gli scavi in Piazza Garibaldi siano destinati a trasformarsi nell’area archeologica più importante della città. Secondo il suo parere ciò che presto verrà alla luce sarà “una scoperta straordinaria. Ciò che si intuisce sia dal punto di vista della tecnica di muratura utilizzata e altri dettagli è qualcosa di mai visto a Reggio, qualcosa di unico nella storia archeologica cittadina".

38.103167661537,15.636785030365
Dove
Piazza Gaibaldi

Piazza Gaibaldi, 89121
Reggio Calabria

Mappa