La Pietrosa, dimora di Repaci e luogo magico

Una Villa che è un tesoro artistico

Condividi

Leonida Repaci, uno de gli scrittori calabresi più famosi e conosciuti, quando insieme alla moglie Albertina faceva ritorno a Palmi, sua città natale, si rifugiava alla Pietrosa: l’amata villa dalle cui finestre si possono ammirare le isole Eolie e lo Stromboli. Repaci ha voluto donare questa dimora al Comune di Palmi affinché venisse valorizzata come un vero e proprio tesoro d’arte.

Casa Museo di Leonida Repaci

Leonida Repaci, il nostro scrittore illustre

Leonida Repaci fu una delle personalità di spicco nella cultura e nella politica del Novecento. Nato proprio a Palmi, nel corso della sua vita si è diviso tra i ruoli di avvocato, scrittore e giornalista – portati avanti tutti con la stessa dedizione – ed è diventato un intellettuale dissidente di riferimento durante il fascismo e un’instancabile voce critica nell'Italia del dopoguerra. Ha diretto vari quotidiani e fondato il Premio Letterario Viareggio; non da meno, Federico Fellini lo scelse per una parte nel film La Dolce Vita. Repaci scrisse per il teatro e fu ispirato dall’amata terra di origine in cui tornava spesso per concepire storie intime dal sapore familiare, come il ciclo dei Fratelli Rupe e i Racconti della mia Calabria.

 

La nuova vita di villa Pietrosa

Dopo la morte dell’intellettuale, la dimora Pietrosa per anni è stata abbandonata a sé stessa, fino a quando si è deciso un restauro completo attraverso un finanziamento della Regione Calabria. L’intento era quello di trasformare la casa in un osservatorio regionale del paesaggio, oltre a un luogo per l’organizzazione di eventi culturali. Da circa tre anni l’associazione “Amici Casa della Cultura Repaci” ne è custode e vi organizza letture, mostre di pittura, proiezioni di filmati, incontri con le scuole e concerti all’aperto, il tutto con uno sfondo naturalistico mozzafiato.

LO SAPEVI CHE?

Villa Repaci è un tra i "Luoghi del Cuore FAI", è dunque possibile visitarla solo durante le giornate FAI e in altri avvenimenti culturali organizzati dall’Associazione che la custodisce.

La Guardiola, il terrazzo sul mare

La guardiola è un luogo ben chiaro, a strapiombo sulle rocce e sulla piccola spiaggia, che assomiglia alla prua di un’immensa nave da cui poter guardare il mare. Proprio all’interno di questa guardiola Leonida Repaci ha trascorso tanto tempo, spesso in compagnia della moglie Albertina Antonielli, altre volte con gli amici. Quando tornava a casa, Repaci viveva questo punto esatto come ispirazione per i suoi lavori, come affaccio da cui sentire il suono dei flutti: non a caso la Guardiola è stata fondamentale per la sua saga letteraria più famosa, “La Storia dei Rupe”.

38.355095645444,15.854161977768
Dove
Casa Museo di Leonida Repaci

Via Felice Battaglia, 89015
Palmi

Mappa