La magia del borgo di Chianalea e l’imperdibile street food

Condividi

La scoperta dei suggestivi vicoli marinari nasconde un'esperienza gastronomica indimenticabile: il panino al pesce spada

Le serate estive assumono un fascino e un'atmosfera magiche e indimenticabili se si sceglie di trascorrerle lungo le viuzze strette e praticamente immerse nel mar Tirreno di Chianalea, l'antico borgo marinaro di Scilla. Autentica perla della Costa Viola, non a caso annoverato tra i borghi più belli d’Italia, Chianalea conserva intatto lo splendore senza tempo tipico di quei luoghi che hanno addosso i segni dei secoli ma, nel contempo, ancora tanto da raccontare.

Panino allo Spada

Tentazione irresistibile

Tra le storie che più interessano i tanti turisti e visitatori che ogni anno affollano le stradine del borgo, una in particolare si è affermata quale moda del momento e sublime parentesi d’esaltazione del palato: il panino al pescespada. Impossibile visitare Chianalea, tanto a metà giornata quanto alla sera, e non finire preda di questa irresistibile tentazione, diventata una vera chicca della tradizione gastronomica locale. Un piatto semplice, mediterraneo, in grado sprigionare sapori e odori tipici del posto in cui ci si trova.

 

Chianalea, dove il gusto incontra la bellezza

Il panino, proposto nei diversi formati baguette, sfilatino o ciabatta, si trova un po’ ovunque, a cominciare dal lungomare dove la ristorazione delle strutture balneari non si fa mai mancare nei propri menu questa prelibatezza. Ma lì dove il gusto incontra la suggestione del posto in cui poterlo assaporare è senza dubbio Chianalea. Qui l’offerta è ancora più ampia e variegata, passando dai ristoranti, ai piccoli e caratteristici pub, fino al più classico street food.

 

Innovazione e tradizione

Questa specialità, peraltro, è un richiamo forte all’intramontabile e antichissima pratica (documentata con dovizia di particolari dallo storico Polibio già nel II secolo a. C.) della pesca del pescespada che prende il via nella stagione primaverile affollando le acque del Tirreno meridionale di imponenti spadare. La freschezza della materia prima è in effetti il marchio inconfondibile di qualità che rende irripetibile questa esperienza gastronomica diventata, ormai, uno dei principali marchi identitari del piccolo borgo Scillese.