Il Monastero ortodosso di Seminara

Immerso tra gli ulivi

Uno dei più interessanti Monasteri Ortodossi presenti nel Sud Italia, che richiamò l’attenzione persino di Leone VI Imperatore di Bisanzio, è finalmente giunto a noi dopo importanti restauri nell’ottobre del 2005. Dedicato ai Santi Elia e Filareto, rappresenta una rinascita importante e un riconoscimento effettivo dell’ortodossia nel Meridione.

Ultimo aggiornamento
Tempo di lettura
5 min.
Condividi

Il fascino dell’ibrido tra culture

Se siete pronti a immergervi in un pezzo di storia che sembrava ormai dimenticato, non potete che fare tappa qui, a circa 2 km da Seminara. Il Monastero è accolto nella vecchia Valle delle Saline (Piana di Gioia Tauro), con gli ulivi che fanno da sfondo a una ricostruzione perfetta. L’igumena Madre Stefania custodisce i tesori preziosi degli affreschi interni - tradizionali ortodossi - presenti nel Katolikòn, ricostruiti dopo il terremoto del 1693 assieme alla Chiesa. Furono completamente abbandonati per secoli e recuperati recentemente grazie all’intervento del Patriarcato di Costantinopoli e al contributo della Provincia di Reggio Calabria.

LO SAPEVI CHE?

Nel 2001, il Primate della Chiesa Ortodossa, Sua Santità Bartolomeo I Patriarca Ecumenico di Costantinopoli, ha benedetto la prima pietra del Monastero, all’inizio della sua ricostruzione. Era la prima volta dopo undici secoli che un Patriarca si recava nel Sud Italia per riconoscerne le radici ortodosse.

L’amore per la propria terra di Elia di Enna

Pur essendo stato luogo di culto latinizzato per moltissimi secoli, il Monastero Ortodosso di Seminara è dedicato in primis a Sant’Elia di Enna, il santo della chiesa indivisa. Elia rappresenta il forte radicamento della cultura ortodossa nel territorio calabrese e, più in generale, nel Meridione. Il Santo, infatti, professando infinito amore per la sua terra, volle essere sepolto proprio a Seminara. Elia fu anche riconosciuto grande rappresentante della vita monastica sia a Roma che a Costantinopoli, è quindi questo il perché costruzione di un Monastero Ortodosso. Negli anni dopo il terremoto, il Monastero fu dedicato dai latini a San Filareto, nome che compare ancora oggi. E così ci resta l’emozione di far parte di qualcosa di grande, che arriva da lontano e che ci ha sempre contraddistinti.

Dove
Monastero Ortodosso di Seminara

Sacro Monastero Ortodosso dei SS Elia il Giovane e Filareto l’Ortolano, 89020
Seminara

Mappa